29 aprile 2015

La carica dei 200 al Triathlon Super Sprint di Tambre (BL) di domenica 3 maggio: in gara grandi e piccini

Un lungo weekend a tutto triathlon nel ponte del Primo Maggio in Alpago. Il Triathlon Super Sprint di Tambre (BL) si trasforma così in una "quattro giorni" dedicata completamente alla multidisciplina, grazie non solo alla gara che si svolgerà nella giornata di domenica 3 maggio, ma anche al raduno territoriale “Nord Est”. Il ritiro, organizzato da giovedì 30 aprile a sabato 2 maggio, vedrà impegnati 19 giovani atleti e sei tecnici/dirigenti che arriveranno in quel di Tambre per affrontare sedute di allenamento tra transizioni, nuoto, ciclismo e corsa a piedi.
Organizzato da Silca Ultralite Vittorio Veneto e valido come seconda prova della Coppa Veneto Age Group e prima tappa della Coppa Veneto Kids, il Triathlon Super Sprint di Tambre avrà come punto nevralgico la piscina comunale di via Campei 44. Fondamentale, accanto ai migliori rappresentati del movimento, anche il gruppo dei neofiti, che proprio nella manifestazione bellunese troveranno terreno ideale per la loro "prima volta". Non solo una logistica "semplice", con una zona cambio ampia ma non troppo e distanze ad hoc per chi non si è ancora lanciato in una gara di triathlon (che consiste nel percorrere di seguito un tratto di nuoto seguito da un tratto in bicicletta e da un tratto a piedi nel più breve tempo possibile). Gli iscritti hanno già superato quota 200.

La presentazione della manifestazione si è tenuta questa mattina nel municipio della cittadina alpagota, alla presenza di Ueli Costa, consigliere di Tambre, Roberto Contento, vicepresidente nazionale della Fitri, la Federazione Italiana del Triathlon e Aldo Zanetti, presidente di Silca Ultralite Vittorio Veneto e del comitato veneto della Fitri. In platea, anche il comandante della polizia locale, Angela Zoppè e il gestore della piscina, Marco Coli.
"Anche quest'anno c'è attesa sia da parte dei cittadini che degli esercenti per il triathlon di Tambre, siamo contenti di essere riusciti a convogliare l'entusiasmo di tutti attorno a una manifestazione che l'anno scorso ci ha regalato molte soddisfazioni - ha detto Costa - ringrazio ancora una volta tutti coloro che si sono impegnati per questo evento, dalla polizia locale al gestore della piscina e degli impianti sportivi ai sostenitori e ai volontari, senza i quali eventi come questo non potrebbero esserci". Uno sport, il triathlon, in grande crescita, in particolare in Veneto. "La multidisciplina sta crescendo, in termini di risultati agonistici ma soprattutto di numeri e proprio il Veneto, che vanta 42 società e una trentina di manifestazioni organizzate nell'arco dell'anno, ha un ruolo di rilievo - ha riferito Contento - una manifestazione come Tambre ha proprio l'intento di spingere sulla promozione di uno sport bellissimo, che non incide sul territorio, ma lo usa al meglio".
"L'amministrazione di Tambre l'anno scorso ci ha accolto a braccia aperte, non potevamo non ripetere la positiva esperienza del primo anno - ha aggiunto Zanetti - quest'anno ci sarà davvero una full immersion di triathlon in città, grazie anche al ritiro voluto dalla Federazione Italiana Triathlon, che porterà in Alpago i migliori giovani a livello nazionale. Tambre e l'Alpago sono luoghi ideali per lo sport, grazie al mix di strutture, sentieri, strade poco trafficate. Anche quella di quest'anno, sono sicuro, sarà una bella manifestazione".
"Siamo partiti, l'anno scorso, un po' per caso, ma siamo rimasti molto colpiti del movimento e dell'interesse attorno a questa disciplina - ha commentato, "a distanza", il sindaco di Tambre, Oscar Facchin - un simile evento che coniuga nuoto, ciclismo e corsa, ci permette di valorizzare anche una serie di interventi realizzati nell'ambito dell'impiantistica sportiva, interventi importanti per la nostra amministrazione che sta puntando proprio sul turismo sportivo. Ringrazio gli organizzatori per aver creduto in Tambre, come luogo ideale per questo tipo di manifestazioni e aver proposto un importante ritiro di quattro giorni che permetterà ai convocati di allenarsi e di conoscere anche le nostre bellezze".

Domenica 3 maggio, il programma orario della manifestazione prevede la consegna della busta tecnica, presso la segreteria gara in piscina, dalle 7.30 alle 9.30 per la gara distanza Super Sprint (categorie da Youth A in su), dalle 9.30 alle 12.00 per la gara Giovanissimi. Per la distanza Super Sprint la zona cambio sarà aperta dalle 8.30 alle 9.45, con briefing alle 9.50. Alle 10.00 partirà la prima batteria dedicata agli Youth A (2000-2001), poi alle 10.10 quella degli Youth B (1998-1999), alle 10.20 quella degli Juniores (1996-1997) maschili e degli altri uomini in base al rank, alle 10.30 partiranno i rimanenti uomini. Alle 10.40 start della batteria femminile dedicata a Youth A e B, alle 10.50 quella per le rimanenti donne. Dalle categorie Youth A e superiori, la distanza Super Sprint sarà di 400 metri a nuoto, 10.000 metri di ciclismo e 3.000 metri di corsa a piedi. Dalle 12.00 alle 12.20 sarà aperta la zona cambio per i Giovanissimi. Poi partiranno le seguenti gare: alle 12.30 le Ragazze e alle 12.40 i Ragazzi (per i nati nel 2002 e 2003 300 metri a nuoto, 4.000 metri in bici e 2.000 metri a piedi), alle 13.00 le Esordienti, alle 13.10 gli Esordienti (per i nati nel 2004 e 2005 200 metri a nuoto, 3.000 in bici e 1.000 a piedi), alle 13.30 i Cuccioli maschili e femminili (per i nati nel 2006 e nel 2007 100 metri a nuoto, 1.500 in bici e 500 a piedi) e alle 13.45 i Mini Cuccioli maschili e femminili (per i nati nel 2008 e 2009 50 metri a nuoto, 500 in bici e 250 a piedi).

Accanto a Silca Ultralite Vittorio Veneto nell'organizzazione della manifestazione patrocinata dal Comune di Tambre, ci sono Gp Triathlon e Maratona di Treviso Scarl. Principali sostenitori dell'iniziativa sono Silca Spa, Piovesana Biscotti e Crackers, Banca Prealpi, Méthode, Ediltambre e Pasta Jolly Sgambaro.
Per informazioni visitare il sito internet www.silcaultralite.it, telefonare allo 0438 - 413417 (ore ufficio) o inviare una mail a iscrizioni@trevisomarathon.com

ALLE RACCHETTE HEAD DI NUOVA GENERAZIONE SI POTRA’ APPLICARE LO SMART TENNIS SENSOR SONY

Buone notizie per i giocatori di tennis  che usano le racchette delle nuove serie HEAD Graphene XT Speed e HEAD Graphene XT Instinct. Da fine primavera per migliorare le proprie prestazioni, ottimizzare il proprio gioco e condividere i risultati sarà possibile inserire nel manico della propria racchetta l’ultimo ritrovato in fatto di “gadget tecnologici”. Arriverà infatti anche in Italia, dopo aver superato ogni prova nel mercato giapponese, il sensore Smart Tennis Sensor di Sony che permetterà di trasferire i dati raccolti su tablet e smartphone,  visualizzare le statistiche, monitorare i colpi del tennista in modo da avere  una visione immediata della performance e cercare di migliorarle.

Di seguito i modelli compatibili con l’accessorio:

•        HEAD Graphene XT Speed Pro
•        HEAD Graphene XT Speed MP
•        HEAD Graphene XT Speed MP A
•        HEAD Graphene XT Speed REV PRO
•        HEAD Graphene XT Speed S
•        HEAD Graphene XT Speed LITE
•        HEAD Graphene XT Instinct MP
•        HEAD Graphene XT Instinct S
•        HEAD Graphene XT Instinct REV PRO
•        HEAD Graphene XT Instinct LITE

Per maggiori informazioni visita:
head.com/tennis

XX TROFEO MEZZALAMA - si correrà sabato 2 maggio

Il Trofeo Mezzalama si correrà sabato 2 maggio. Dopo l’ultimo consulto con Luca Mercalli e la Società Meteorologica Italiana, la decisione è stata presa.

In questi giorni la Fondazione Trofeo Mezzalama e il suo direttore tecnico, la guida alpina Adriano Favre, sono rimasti in stretto contatto con Luca Mercalli e i suoi collaboratori, per cercare di avere un’idea sull’andamento delle condizioni meteorologiche previste per il prossimo weekend.
L’edizione straordinaria del Trofeo Mezzalama che quest’anno ha invertito il percorso partendo da Gressoney La Trinité e arrivando a Breuil-Cervinia si è dovuta rimodulare in funzione delle condizioni meteo che hanno interessato il Monte Rosa.
«Purtroppo, - ha detto Adriano Favre - il maltempo annunciato è arrivato puntuale il 25 aprile, data nella quale sarebbe dovuta partire la XX edizione della “maratona dei ghiacciai”. Il maltempo persiste anche in queste ore su tutto il gruppo del Monte Rosa. Il tracciato è pronto. In quota, i tratti più tecnici del Naso del Lyskamm e del Castore sono segnalati e messi in sicurezza grazie a oltre 1200 metri di corde fisse. Adesso dobbiamo pensare a studiare la situazione prevista per il weekend del primo maggio. Questa mattina ci siamo trovati con Luca Mercalli e con i suoi più stretti collaboratori. La situazione che i modelli previsionali hanno evidenziato è una condizione di notevole instabilità che caratterizzerà l'intera settimana, lasciando due spiragli di bel tempo mercoledì e sabato».
«La situazione non è delle migliori - ha concluso Favre - ma dedicando la giornata di mercoledì al ripristino e alla pulitura delle zone più tecniche del tracciato come il Naso del Lyskamm e il Castore (dove in questo momento sta nevicando) all’alba di sabato mattina potremo dare regolarmente il via».
Tutte le operazioni di accredito delle squadre inizieranno venerdì 1 maggio alle ore 10,30 nella Palestra Sporthaus di Gressoney-Saint-Jean.

www.trofeomezzalama.it

Parapendio: due torinesi oltre le nuvole

Due imprese di altrettanti piloti di parapendio, entrambe piemontesi, una già conclusa, l'altra prossima al decollo!
Pierandrea Patrucco, di Loranzè d'Ivrea (Torino), è un personaggio molto noto nel mondo del volo libero, due volte campione italiano di parapendio, due volte vincitore della World XContest biposto, gara on line, seguitissima. Al suo attivo circa 18000 ore di volo consumate nei cieli sopra le Alpi. L'ultima volta si cimentò in un volo di ben 950 km, dal Principato di Monaco al Friuli, il "volo bivacco" come ama chiamare le sue imprese. Fu fermato dal maltempo mentre stava per varcare il confine con la Slovenia.
Un nuovo, imminente progetto di "volo bivacco" si concretizzerà a partire dal prossimo maggio, meteo permettendo. Patrucco ha deciso di percorrere l'Italia da nord a sud volando in parapendio, senza l'ausilio di altri mezzi di trasporto. Decollo, volo, atterraggio e, in attesa del volo successivo, sosta dove ha toccato terra. Poi a piedi verso un nuovo decollo per librarsi ancora in volo e così percorrere tutta la penisola, volando o camminando.
La data di partenza è ancora da decidere, come non si può stabilire una rotta a priori. Neppure sa quanto impiegherà per realizzare questa unione aerea tra le vette delle Alpi ed il mare della Sicilia. Tanto dipende dal tempo, dalle nuvole, dai venti, molto dalle sue gambe, il meno possibile, spera Patrucco, perché ai piloti piace volare, non camminare.
Lo aiuteranno strumenti quale il variometro che segnala la presenza di correnti d'aria ascensionali originate dal riscaldamento del suolo sotto i raggi del sole, unica change da sfruttare per salire in cielo, guadagnare quota e poi spostarsi lungo il territorio, perché parapendio e deltaplano non hanno motore. E poi il GPS che registra l'avanzamento del mezzo durante il volo e la traccia della rotta sarà visibile in tempo reale via web, insieme a fotografie, filmati ed altro. Lo aiuteranno soprattutto abilità ed esperienza, il saper cogliere i segnali del cielo, le nubi, il volo degli uccelli, e poi l'osservazione del suolo, dei pendii montani, delle valli che sorvolerà durante il viaggio, una traccia lunga quanto l'Italia.

Comincia bene la Coppa del Mondo di parapendio 2015 con la vittoria nella prima tappa di Marco Littamé di Gassino Torinese, già due volte campione italiano e più volte azzurro.
Teatro dell'evento Baixo Guandu, cittadina di 30.000 abitanti nello stato di Espírito Santo in Brasile. 115 i piloti in volo in rappresentanza di 27 nazioni. Sette le prove disputate, una al giorno, con percorsi dai 66 ai 97 km.
Ottime anche le prestazioni del trentino Nicola Donini, già campione italiano 2013, che ha vinto la prima manche e si è classificato secondo nelle ultime due. Littamé ha regolato gli avversari mantenendosi nelle prime posizioni e guadagnando la testa della classifica nell'ultima giornata. Alle sue spalle si sono classificati il venezuelano Ally Palencia, gli svizzeri Urs Schoenauer e Michael Sigel ed il norvegese Gunnar Sæbu. Migliore tra le donne la polacca Klaudia Bulgakow.
Gli altri italiani presenti erano: Settimio Calvarese, Piergiorgio Camiciottoli, Mirco Cristoforetti, Samuel Cristoforetti, Antonio Golfari, Tobias Grossrubatscher, Luciano Pagnoni e Walter Scherlin.
I prossimi appuntamenti della Paragliding World Cup si terranno in Portogallo, Svizzera, Spagna, India e la finale in Messico.

Ufficio Stampa FIVL - www.fivl.it

23 aprile 2015

Arriva PlayStation®Plus Bonus, sconti e offerte per gli abbonati

Dall'8 aprile è nata PlayStation®Plus Bonus, che, grazie a delle partnership, consente di godere di diversi sconti e vantaggi dedicati a tutti gli abbonati al servizio PlayStation®Plus.

Per avere accesso ai vantaggi di PlayStation Plus Bonus è sufficiente inserire le proprie credenziali, usate anche per accedere a PSNSM, registrarsi sul sito bzle.eu/playstationplu-1-au e decidere il proprio Bonus. Ogni utente ha la possibilità di scegliere tra ben 3 aree: "Buoni", "Sconti" e "Vantaggi". Già dal lancio di questo servizio, le offerte sono molto allettanti. Per il primo mese, chi sceglierà il "Buono", riceverà un codice valido per la richiesta di un buono sconto pari a 30 €uro da utilizzare sul portale Volagratis.com per l'acquisto di un volo Andata/Ritorno a scelta. Chi vorrà optare dello "Sconto" potrà acquistare un sistema audio portatile SRS-X3 Bluetooth® Sony, al prezzo di 89.99 €uro, anziché 109,99 €uro, con un risparmio pari a 20 €uro. Infine, nella sezione "Vantaggi" è possibile attivare i Ticket Cinema e Intrattenimento di Sky Online al prezzo vantaggioso di 14.98 €uro al mese anziché 24.98 €uro al mese.
Il programma PlayStation Plus Bonus è un'esclusiva per l'Italia e va ad arricchire la già vasta offerta di PS Plus. Il programma garantisce a tutti gli abbonati, più di 45 giochi l'anno da collezionare per le diverse console: PS4, PS3 e PS Vita. Inoltre, gli abbonati, avranno la possibilità di godere di 2 GB di memoria aggiuntiva su cloud o scaricare in automatico tutti gli aggiornamenti disponibili, anche se la propria console è in stand by.

Sempre dall' 8 aprile, sono arrivati su PlayStation Plus 6 nuovi titoli: Never Alone per PS4, Dishonored per PS3, Tower of Guns e Aaru's Awakening per PS4 e PS3 e Killzone Mercenary e MonsterBag per PS Vita.

Se non fate ancora parte di PlayStation Plus, potete farlo approfittando degli abbonamenti.
Abbonandosi per un mese al costo di 6,99 €uro, per tre mesi a 14,99 €uro o scegliendo un'iscrizione annuale a €49,99.

Buzzoole

NOVAK DJOKOVIC E' IL PRIMO GIOCATORE ATP AD AVER VINTO TRE TITOLI MASTERS 1000 CONSECUTIVI

Il giocatore HEAD Novak Djokovic batte tutti i record e diventa il primo giocatore ATP della storia ad aver vinto tre titoli Masters 1000 consecutivi, grazie alla vittoria nella finale tutta HEAD contro Tomas Berdych,7-5, 4-6, 6-3, più volte interrotta per pioggia.

Djokovic ha così vinto il suo 17esimo match di fila del 2015 aggiungendo un'altra vittoria sulla terra rossa, dopo quelle di Indian Wells e Miami, in una finale interrotta dalla pioggia per 70 minuti, sul punteggio di 3-2 nel secondo set. Il giocatore serbo, che promuove la racchetta HEAD Graphene XT Speed, ha conquistato il suo 52° titolo della carriera e il 23° trofeo in un Masters 1000, raggiungendo Roger Federer. Djokovic detiene un successo di 19-2 vittorie contro Berdych che promuove la racchetta HEAD Graphene XT Instinct.

"Ho vinto questa battaglia mettendoci il cuore", ha commentato Djokovic."Faccio i complimenti a Tomas, che è stato sempre con i piedi dentro al campo ed è riuscito a tenermi indietro e spesso in difesa. E' stata una lunga battaglia. Ma la migliore partita l'ho giocata contro Rafael Nadal e può darsi che sia stato un po' più stanco mentalmente in questa finale".

A Bogotá, la Ribelle HEAD Yaroslva Shvedova, che promuove la racchetta HEAD Graphene XT Instinct, ha perso la possibilità di vincere il secondo titolo della carriera, essendo stata sconfitta dalla Brasiliana Teliana Pereira, con il punteggio di 6-7(2), 1-6.

Nella Fed Cup giocata a Sochi, la giocatrice HEAD Svetlana Kuznetsova, che promuove la racchetta HEAD Graphene Extreme, ha aiutato la Russia a raggiungere la finale, vincendo l'incontro di singolare contro la tedesca Julia Goerges, 6-4, 6-4. La Russia adesso si scontrerà contro la Repubblica Ceca in finale.

www.head.com

FESTA SIDI CON MICHAL KWIATKOWSKI ALL’ AMSTEL GOLD RACE

Nelle Ardenne il campione del mondo conquista la prima grande classica della sua carriera

Vincere è sempre bello, farlo in una delle classiche monumento del ciclismo e in maglia di campione del mondo diventa qualcosa di straordinario. Il polacco Michal Kwiatkowski (Etixx Quick-Step) vincendo l’Amstel Gold Race è riuscito in questa impresa, conquistando così la prima Classica delle Ardenne della sua carriera. Grande soddisfazione anche per Sidi Sport che grazie a Kwiatkowski conquista il primo centro stagionale in una grande classica.

Kwiatkowski ha corso in modo impeccabile, come solo i grandi sanno fare. Negli ultimi 2 km il campione del mondo ha tenuto duro ed è rimasto coperto grazie all’aiuto dei compagni di squadra sul Cauberg, la salita simbolo di questa gara, per piazzare poi la stoccata giusta e mettere tutti in fila nella volata. Piazze d’onore per lo spagnolo Alejandro Valverde (Movistar), secondo, e l’australiano Michael Matthews (OricaGreenEdge), terzo.
Una vittoria da leggenda, Kwiatkowski infatti diventa il quarto corridore della storia (dopo Eddy Merckx, Bernard Hinault e Jan Raas) a essere riuscito a vincere l’Amstel indossando la maglia iridata.

Con Michal Kwiatkowski a lottare nella mischia e splendere sul podio ci sono le calzature Sidi Wire che sono il modello top di gamma della collezione strada firmata Sidi Sport. Ora l’obiettivo di Sidi e dei suoi campioni si chiama Liège–Bastogne–Liège. Domenica 26 aprile sulle còtes de la Doyenne sarà ancora grande spettacolo!

www.sidisport.com

XX TROFEO MEZZALAMA - La partenza del Mezzalama slitta di una settimana

La partenza del XX Trofeo Mezzalama slitta di una settimana. Adriano Favre: «Le previsioni meteo sono piuttosto chiare e avendo una situazione di brutto tempo durante tutto il prossimo weekend, siamo costretti a posticipare la partenza del Mezzalama al 1 maggio». E’ invece confermata la gara riservata ai giovani di venerdì mattina.

La conferma è arrivata poco prima delle ore 13 quando a Gressoney si è conclusa la riunione operativa per decidere se far disputare o meno il Trofeo Mezzalama nella sua data originale il 25 aprile.
«Questa mattina - ha annunciato Adriano Favre direttore tecnico del Mezzalama - abbiamo studiato insieme a Luca Mercalli i modelli aggiornati sulle previsioni meteorologiche per il prossimo fine settimana. Purtroppo la situazione che si presenterà sia sabato sia domenica sul gruppo del Monte Rosa non lascia spazio ad altre decisioni se non quella di posticipare la partenza del Trofeo al 1 maggio. Con un percorso così tecnico e impegnativo che si sviluppa per buona parte sopra i 4000 metri di quota non possiamo permetterci che 300 pattuglie partano con l’incognita di un peggioramento repentino delle condizioni meteo. Anche in questo caso dobbiamo pensare prima di tutto alla sicurezza degli atleti e degli addetti che lavoreranno in quota per tutta la durata della gara».
Per quanto riguarda la gara riservata ai giovani Favre ha confermato che venerdì si correrà regolarmente nella zona del canalino dell’Aquila.

www.trofeomezzalama.it

Salomon Running Academy a Limone sul Garda dal 23 al 29 aprile

In programma dal 23 al 29 aprile a Limone sul Garda, la prima edizione di Salomon Running Academy, camp dedicato alla Next Generation, consoliderà il forte legame tra Salomon e il mondo degli atleti e sarà un’importante occasione di lavoro sul campo e di sviluppo di nuove idee per il futuro.

Secondo lo stile adottato dalla Salomon Advanced Week, il Team Internazionale si ritrova per condividere un programma intenso di test, sessioni video e fotografiche, incontri e riunioni con gli esperti di ricerca, per la prima volta studiato specificatamente per i runner più giovani. Alla prima Salomon Running Academy saranno presenti sedici ragazzi tra i più promettenti nei cinque continenti, accompagnati dai tutor di fama mondiale Anna Frost (NZ), Max King (Usa) e Jonathan Wyatt (NZ) e dagli ambassador delle varie nazioni.

Insieme a LUCY BARTHOLOMEW, Australia, LEIRE FERNANDEZ, Spain, ANNIE RICHARDS, Usa, MOA LUNDGREN, Sweden, REMI BONNET, Switzerland, KRISTEN  HEAT, South Africa, MIRCO BERNER, Germany, TIM VAN DEN BROEKE, Netherland, JAN MARGARIT, Spain, JONAS ERIKSON, Sweden, MICHA STEINER, Switzerland, ANDREW MILER, Usa, ROK BRATINA, Slovenia, NATHAN JOVET, France, per l’Italia parteciperanno i già plurititolati GIULIA COMPAGNONI (1996) e DAVIDE MAGNINI (1997).

Dagli spunti emersi e dalle prove effettuate prenderanno forma i nuovi prodotti delle prossime collezioni Salomon Lab Apparel, Footwear e Gear. Per seguire i ragazzi della Salomon Running Academy da non perdere gli aggiornamenti che verranno postati in diretta da Limone sul Garda su https://www.facebook.com/salomonrunning

A Challenge Rimini il grande triathlon scende in campo al ritmo della musica di Radio Deejay

Rimini e la Riviera nel fine settimana del 23 e 24 maggio si accenderanno di grandissime gare, con la tappa di Grand Prix ad aprire le danze e la grande kermesse di Challenge Rimini a chiudere il weekend con l’assegnazione degli ambiti titoli continentali di Half Distance.

La passione che farà vivere ed emozionare gli atleti in gara, ma non solo, pulserà al ritmo della migliore musica. Radio Deejay è media partner di Challenge Rimini e sarà presente durante gli eventi con dj set curati dai migliori dj del network.

Ancora una volta Radio Deejay sposa la causa del grande sport e lo fa scegliendo di moderare la colonna sonora dell’evento di triathlon più atteso del panorama internazionale.

L’eccellenza sportiva si accompagna a quella di una grande realtà musicale. Deejay ti sorprende, ti diverte e ti commuove, proprio come sa fare solo il meglio dello sport internazionale. Proprio come vi ha abituati in questi anni la Challenge Family con Challenge Rimini.

www.challenge-rimini.it

17 aprile 2015

In Calabria si trascorre il primo maggio volando in parapendio

In Calabria l'edizione 2015 della Festa dell'Aria è alle porte.
Dall'1 al 3 maggio ritorna l'appuntamento per gli amanti del volo in parapendio, il volo libero, ecologico, senza motore, il volo che sfrutta l'energia del sole, il volo che dona emozioni impareggiabili.
L'evento è organizzato da Parapendio Pizzo, club di piloti che prende il nome da Pizzo Calabro (Vibo Valentia), borgo arroccato su un promontorio al centro del Golfo di Sant'Eufemia. Sotto la  frastagliata Costa degli Dei, contraddistinta a nord-est dalla pineta mediterranea fino alla foce del fiume Angitola e da nove chilometri di ampie spiagge sabbiose. Più a sud, dove si innalza il masso di tufo sul quale si sviluppa Pizzo, numerose calette, grotte e zone ricche di scogli naturali. Suggestivo il panorama dall'alto con le isole Eolie sullo sfondo. Mete turistiche in zona sono Tropea, il Castello Murat e la Chiesetta di Piedigrotta. Ma visitare i vicoli di Pizzo o immergersi nelle sue acque cristalline non regalerà pari spettacolo di quello provato dagli uccelli in volo, cioè come la si vede volando con un parapendio o con un deltaplano.
All'organizzazione di questa tre giorni di emozioni, festa ed allegria collaborano anche i club Fly Maratea ed Etna Fly, quest'ultimo in trasferta dalle pendici del vulcano siciliano. Il programma di massima prevede voli liberi durante le mattine, prove di precisione in atterraggio nei pomeriggi e cene sociali la sera, programma che potrebbe subire variazioni secondo le condizioni meteorologiche che vincolano fortemente la pratica del volo libero. Chi tra il pubblico vorrà provare l'ebbrezza del volo potrà farlo grazie a piloti abilitati ed equipaggiati con parapendio biposto, cioè  vele idonee al trasporto del pilota più il passeggero.
I piloti più ambiziosi potranno cimentarsi in voli di distanza, perché con il parapendio è possibile volare per molti chilometri. Basta pensare che il record del mondo maschile si attesta in ben 478 km e quello femminile in 376 km. Entrambi i record sono stati stabiliti in Brasile da Donizete Baldessar Lemos e dalla nostra Nicole Fedele.

Ufficio Stampa FIVL - www.fivl.it

Splendido esordio del circuito Salomon Trail Tour Italia 2015 all’Elba Trail: sale l’entusiasmo per il trail running

Una splendida giornata di sole ha segnato l’esordio del circuito Salomon Trail Tour Italia 2015 alla quinta edizione dell’Elba Trail domenica 12 aprile: importante e numerosa la partecipazione, grande l’entusiasmo dei tanti appassionati in gara e dei supporter.
Partiti da Marciana Marittima, i partecipanti hanno corso i 54,4 chilometri con dislivello D+ 3512 tra mare e montagna godendo di uno scenario unico altamente spettacolare. Condizioni di gara perfette e pronostico rispettato a favore dei top trailers al via.
Vittoria di tappa per Federica Boifava e Fulvio Dapit e ottima prestazione del Team Salomon –Isostad, con tre atleti nelle prime quattro posizioni: secondo il bergamasco Fabio Bazzana, terzo Davide Cheraz e quarto il concittadino Giuliano Cavallo. Bene anche il ligure Davide Ansaldo, 7°, del Berg Team Salomon.

Prossimo appuntamento valido per la classifica del circuito: sabato 16 maggio a Cantalupo Ligure per Le Porte di Pietra.

Sul sito www.salomontrailtouritalia.com è possibile trovare oltre al regolamento tutte le informazioni utili sulle singole gare in programma, e di volta in volta l’aggiornamento dei risultati 2015.

LE COQ SPORTIF Cycling Performance Collection

Charles, Robert, Brett e Jack sono quattro amici del team Eastlondonfixed con la passione per il ciclismo.
Motivati da un mix di design moderno e ispirazione vintage, questo team di riders indossa la cycling collection SS15 le coq sportif
durante un’uscita diurna nel cuore di Covent Garden, attraversando la metropoli sempre in movimento.
Mentre i dettagli 3M riflettono le strade della città di notte, i riders raggiungono finalmente la storica Herne Hill Velodrome, ultimo sito rimasto dalle Olimpiadi 1948.
Patrimonio ineguagliabile di le coq sportif nel ciclismo,
bilanciato da un impegno per l’innovazione vede l’introduzione di una jersey Ultra-light per completare una gamma elegante.
Questi prodotti all’avanguardia offrono a tutti i ciclisti la stessa qualità delle attrezzature dei leader del Tour de France.
«Siamo una squadra. Vogliamo superare i limiti, essere più veloci e in forma, tirare fuori il meglio di tutti».

lecoqsportif.com/cycling

66° TROFEO PARRAVICINI - Domenica il via della 66^ edizione

Domenica andrà in scena la 66^ edizione del Trofeo Parravicini. Il tracciato è in perfette condizioni. Oggi si chiuderanno le iscrizioni.

Domenica mattina si correrà la 66^ edizione del Trofeo Parravicini valida come ultima prova della Coppa Alpi Orobiche 2015, Carona in provincia di Bergamo, ospiterà la penultima gara di scialpinismo della stagione. Le squadre dei tracciatori, ospiti in rifugio Calvi già da alcuni giorni, stanno in queste ore completando la tracciatura del percorso.
«Le condizioni del percorso - ha detto Luca Pirola coordinatore dei tracciatori - sono ottime, in questi giorni abbiamo segnalato buona parte del percorso, se questa perturbazione che sta interessando le nostre zone non sarà troppo intesa, sono abbastanza certo che si possa gareggiare lungo il tracciato originale con la spettacolare discesa dal canalino nord del Cabianca. Speriamo il meteo non ci tradisca domenica».
Il percorso, come vuole la tradizione, partirà a pochi metri dalla porta d'entrata del Rifugio Calvi. La prima salita raggiungerà il Passo Grabiasca a 2463 metri di quota, il Monte Reseda sarà la seconda asperità della giornata mentre la lunga salita al Monte Madonnino con l'ultima parte da affrontare a piedi sarà il giro di boa della competizione.
Dopo la vetta del Madonnino gli atleti scenderanno al Lago dei Curiosi per salire al Monte Cabianca, la Cima Coppi del Parravicini a 2601 metri di quota. A questo punto mancheranno due brevi salite, la prima di 250 metri di dislivello e la seconda, che porterà all'arrivo, di 70 metri di dislivello.
Il dislivello complessivo di sola salita è di 1900 metri mentre la lunghezza è di 17,2 chilometri.
Anche quest'anno lo Sci Cai Bergamo ha istituito il premio Mario Merelli che consiste in premi d'assoluto valore come sci da scialpinismo in carbonio, pala e pelli. Gli attrezzi invernali saranno vinti in base a delle percentuali rispetto al tempo della squadra prima classificata. Saranno quindi gli atleti della "pancia del gruppo" ad aggiudicarsi gli ambiti premi.
I premi in palio sono: 1° Premio: 1 paio SCI MZero; 2° Premio tecnico “A” ; 3° Premio: 1 pala RACE; 4°-8° Premio: tecnico “B”; 9°-12° Premio: tecnico “C”.
Le iscrizioni saranno aperte fino a questa sera, insieme alla quota sarà indispensabile fornire il Mod. 61 con la firma del presidente del proprio sci Club. Per info e iscrizioni: SCI CAI BERGAMO A.S.D. fax +39 035 4175480, e-mail: segreteria@caibergamo.it e www.trofeoparravicini.org

KLIZAN E VERDASCO FANNO ONORE AL MARCHIO HEAD NEI PRIMI TORNEI SUL ROSSO

HEAD ha inaugurato la stagione di tornei ATP sulla terra rossa con il successo di Martin Klizan che ha sconfitto lo spagnolo Daniel Gimeno-Traver 6-2, 6-2, aggiudicandosi il torneo Grand Prix Hassan II di Casablanca, in Marocco. E' la terza vittoria per il giocatore slovacco dopo quelle di Monaco di Baviera di 11 mesi fa e quella a San Pietroburgo nel 2012.

Il giocatore HEAD, che promuove la racchetta HEAD Graphene Prestige, non ha mai perso una finale, con un record di 3-0. Il 25enne si è difeso davvero bene riuscendo a non farsi mai strappare il servizio. "E' stato un successo molto sentito per il Ribelle HEAD, che ha dedicato la vittoria al nonno appena mancato.

"Provo delle sensazioni incredibili in questo momento. Ho sempre sognato di vincere e adesso sono davvero orgoglioso e felice. Il pubblico è stato incredibile e mi ha sempre supportato", ha commentato Klizan.

A Houston, il giocatore HEAD Fernando Verdasco ha inaugurato la stagione sulla terra rossa raggiungendo le semifinali, dopo essere stato sconfitto dopo una lunga battaglia, con il punteggio di 7-5, 2-6, 6-4, da Sam Querrey. Il No.30 del mondo aveva vinto questo torneo lo scorso anno.

AREA ZERO D’AMICO BOTTECCHIA: PEDALANDO VERSO EST…

Si apre un periodo intenso per Area Zero-D’Amico-Bottecchia. La formazione continental italiana diretta dal team manager Ivan De Paolis si appresta ad affrontare una trasferta molto importante sulle strade dell’est Europa, nella penisola balcanica.

Si comincia con il doppio appuntamento tra Serbia e Bosnia Erzegovina della Belgrade-Banjaluka. Sabato 18 aprile ci sarà la prima corsa a Belgrado. Replica domenica 19 aprile con la corsa a Banjaluka. “Guardano le altimetrie si tratta di due gare abbastanza veloci, in particolare la prima a Belgrado, mentre domenica in Bosnia il percorso presenterà qualche strappetto in più” spiega il direttore sportivo Massimo Codol. “Per questo motivo abbiamo puntato soprattutto sui nostri uomini più veloci. Per altri invece, come Paolo Ciavatta, queste due prove saranno l’occasione per testarsi e rifinire la condizione in vista del Tour of Croazia”.

Il corridore di Area Zero-D’Amico-Bottecchia Iltjan Nika alla Belgrade-Banjaluka correrà con la maglia della nazionale albanese. La corsa infatti sarà valida anche per l’assegnazione del titolo di campione balcanico. Inoltre Nika, venerdì 17 aprile, parteciperà sempre con la maglia dell’Albania, anche alla prova a cronometro dei campionati balcanici.

C’è grande attesa per il Tour of Croazia (22-26 aprile), corsa a tappe che alla prima edizione si annuncia subito come un evento di alto livello. “Il Tour of Croazia sarà un test molto importante per i nostri ragazzi” continua il Ds Codol. “E’ una corsa nuova tutta da scoprire. Ho parlato con il mio ex compagno di squadra Vladimir Miholjevic, che fa parte dell’organizzazione, ho avuto modo di analizzare assieme a lui i percorsi e posso dire che sarà una corsa dura. Ci saranno tappe che superano anche i 200 km, un bel test per i nostri ragazzi. In Croazia farà il suo debutto in maglia Area Zero il giovane colombiano Eduardo Estrada che è un corridore molto interessante. Inoltre contiamo di poter schierare Antonio Parrinello in recupero dai postumi della caduta patita alla Coppi e Bartali. Peccato perché prima di quella caduta nelle ultime settimane la condizione di Parrinello era in crescita e lui è un elemento sul quale contiamo molto.”

www.areazeroproteam.com

14 aprile 2015

MIZUNO B5 FOOTBALL CUP 2015

IL PIÙ GRANDE TORNEO OPEN D’EUROPA SI RINNOVA.
13 e 14 giugno 2015, a Bibione (Venezia), oltre 2.800 partecipanti 5vs5 M/F.


Il 13 e 14 giugno la splendida località turistica veneta ospiterà, infatti, questo coinvolgente torneo internazionale aperto ad appassionati di qualsiasi età e livello di gioco, pronti a sfidarsi su oltre venti campi da gioco in erba naturale allestiti per l’occasione all’interno dello stadio Comunale.
Numerose saranno anche le squadre femminili, confermando la crescita del fenomeno “calcio rosa” che trova da anni un valido riferimento in questa coinvolgente kermesse sportiva.

Un appuntamento sportivo sempre più coinvolgente e scenografico che vede affiancato come Main Sponsor il brand Mizuno, azienda giapponese che punta a contribuire al miglioramento della società attraverso lo sviluppo dello sport, condividendo questa visione con Raduni Sportivi, società ideatrice a organizzatrice del torneo.

Una due giorni di sport e divertimento a partire dagli incontri di qualificazione del sabato, sino alla fase finale della domenica che accoglierà le migliori 256 squadre di entrambe le categorie di gioco, suddivise in quattro distinti Tabelloni di Gara: Platinum (1°-64°), Gold (65°-128°), Silver (129°-192°) e Bronze (193°-256°). Le prime quattro squadre classificate di ciascun Tabellone avranno poi il “piacere” di spartirsi il ricco montepremi di ben 11.000 euro.

Bibione, con le sue spiagge, il complesso termale farà da perfetta scenografia alla manifestazione che si inserisce in un progetto di sviluppo del turismo sportivo nei periodi di bassa stagionalità, una vacanza nuova e moderna, basata sul riposo attivo, dove lo sport diventa protagonista assoluto.

Partecipare al torneo è semplice: è sufficiente iscriversi tramite il sito http://b5footballcup.com dove si trovano tutte le informazioni comprese le proposte di soggiorno in convenzione.

Mizuno B5 Football Cup, il torneo aperto a tutti che infiammerà la prossima estate!

NESSUN LIMITE DI VELOCITÀ PER LA RACCHETTA DI DJOKOVIC

Il Ribelle HEAD e No.1 al mondo Novak Djokovic ha scritto un pezzo di storia del tennis grazie alla vittoria nell'Open di Miami. Dopo aver sconfitto per la settima vittoria di fila il compagno HEAD Andy Murray, il giocatore serbo ha conquistato il torneo di Miami per la quinta volta, diventando così il primo giocatore a vincere per tre volte di fila l'accoppiata Miami - Indian Wells. Nella finale tutta HEAD, Djokovic, che gioca con la racchetta HEAD Graphene XT Speed, ha sconfitto Andy Murray con il punteggio di 7-6(3), 4-6, 6-0.

"Vincere di nuovo questa coppia di tornei mi carica di positività e fiducia in me stesso. Non potevo sperare in un inizio di stagione migliore dopo la vittoria dei tre tornei più importanti", ha commentato Djokovic, dopo aver combattuto duramente contro il suo avversario e contro un sole cocente con la sua arma letale, la racchetta Head Graphene XT Speed adatta a quando il gioco si fa sempre più veloce.

Raccomandata dal No. 1 del mondo Novak Djokovic, la nuova linea di racchette Graphene XT Speed unisce il nuovo design iconico alla innovativa tecnologia Graphene XT.

Questa nuove generazione di racchette da tennis non solo utilizzano il materiale più forte e più leggero al mondo, il Graphene, ma nei punti più strategici vantano una struttura più solida del 30%. La tecnologia Graphene XT ha una capacità di trasferimento dell'energia potenziata del 10% e questo comporta un aumento della velocità della palla e del gioco.

Tutte le racchette della serie Speed si caratterizzano per una maggiore velocità ma anche per un nuovo design: il look asimmetrico alternato con colori fluo e le corde, anch'esse in tinte fluo, catturano lo sguardo imprimendo a queste racchette una sorta di veste iconica.

Grazie alla nuova tecnologia la racchetta di Djokovic, Head Graphene XT Speed REV PRO è fino al 20% più leggera rispetto alle racchette con  equivalente swingweight (momento d'inerzia).

L’ energia creata durante l’impatto si trasferisce direttamente verso la palla rendendo il gioco ancora più veloce su ogni campo. Questo modello è inoltre dotato dell'innovativa tecnologia Adaptive String Pattern (ASP) che consente di sostituire gli inserti con i grommet, scegliendo tra uno schema di incordatura 16/16  per avere più potenza e spin e quello 16/19, per avere maggiore controllo. Area testa 630 cm2, peso 315 g, profilo 22 mm, incordatura 18/20.  Euro 259,95

head.com/tennis

SIDI SPORT: OLTRE ALLE SCARPE…C’E’ DI PIU’…

Le calzature da ciclismo rappresentano da sempre il core business di Sidi Sport, azienda leader a livello mondiale in questo settore. Però per garantire un’offerta sempre più completa, e venire incontro alle esigenze di chi pedala, Sidi ha realizzato anche un’ampia gamma di capi di abbigliamento e accessori, sia per lui che per lei, adatti per il ciclismo su strada e anche per la mountain bike.

Per il pubblico femminile la collezione 2015 mette in evidenza i modelli “Diva” e “Katia” che oltre al tradizionale completo maglia e pantaloncino propongono anche il top, un capo molto gradito dalle donne che vanno in bicicletta.
Per gli uomini invece la collezione Sidi 2015 propone i modelli “Cielo”, “Pippo Due” (per entrambi maglia e pantaloncino corto) e “Dino Due” (quest’ultimo disponibile anche nella versione con maglia a maniche lunghe e pantalone lungo per l’inverno e con l’utilissimo smanicato antivento).

Efficace e indispensabile è sicuramente la giacca impermeabile, antipioggia e antivento,”Sottile Due”, disponibile sia per lui che per lei. Facile da indossare, leggera e compatta si può ripiegare e riporre agevolmente nella tasca di qualsiasi maglia senza percepirne l’ingombro.
Tra gli altri accessori, per un look Sidi davvero completo, troviamo anche: guanti sia corti (per l’estate) che lunghi (per l’inverno), manicotti, gambali, la bandana e molto altro ancora.

I capi di abbigliamento e gli accessori Sidi Sport, così come le calzature, sono disponibili nei migliori negozi di ciclismo. Per ulteriori informazioni visita il sito www.sidisport.com

SIDI BALZA IN TESTA AL MONDIALE DELLA MOTO 2 CON ALEX RINS

Dopo lo straordinario esordio in Moto 2 con il quarto posto in Qatar, il giovane talento spagnolo Alex Rins (Paginas Amarillas HP 40), classe 1995, si conferma ad alto livello anche nella seconda gara della stagione, il Gp delle Americhe che è andato in scena domenica 12 aprile sul circuito di Austin in Texas.

Rins questa volta si è migliorato ancora, facendo un ulteriore passo avanti rispetto al Qatar. Lo spagnolo infatti ha chiuso la sua gara al terzo posto staccato di 4,5 secondi, alle spalle del vincitore Sam Lowes e di Johann Zarco, riuscendo così a salire sul podio. Davvero una grande soddisfazione, sia per lui che per Sidi Sport, considerando che per Rins si tratta del primo podio in carriera in Moto 2 e che siamo solo all’inizio della stagione. Con Alex Rins a lottare in pista e trionfare sul podio ci sono gli stivali Sidi Vortice.

Grazie a questo brillante risultato Rins ha ottenuto la leadership nella classifica generale del mondiale Moto 2 dove, dopo due gare, comanda con 29 punti davanti al francese Johann Zarco secondo con 28, seguono il tedesco Jonas Folger e il britannico Sam Lowes 25. Un solo piccolo punto di vantaggio per Rins, che comunque da morale ed entusiasmo per il proseguo della stagione. Ora l’obiettivo è la scalata del podio, puntando verso la cima, verso la vittoria.

Invece nella gara della MotoGP, la classe regina del motociclismo, che è stata vinta dallo spagnolo Marc Marquez per Sidi Sport c’è stato il sesto posto di Bradley Smith (Monster Yamaha Tech 3). Un discreto piazzamento dal quale ripartire per migliorarsi ancora.

www.sidisport.com

SUPER PURITO TORNA A VINCERE!

Chi si domandava che fine avesse fatto Joaquim Rodriguez alla Vuelta al Pais Vasco ha trovato la risposta. Purito è tornato a vincere, dopo un anno di digiuno, come solo i grandi sanno fare con due splendide vittorie di tappe e una condotta di gara impeccabile che gli ha permesso di fare sua anche la classifica generale finale.

Come da tradizione è stata un a corsa vera e dura la breve gara a tappe andata in scena nella regione spagnola dei Paesi Baschi, 6 tappe dal 6 al 11 aprile. Lo spagnolo del Team Katusha ha iniziato la sua marcia trionfale vincendo mercoledì la 3a tappa, Vitoria-Zumarraga di km 170.7, battendo la coppia colombiana Sergio Henao (Team Sky) e Nairo Quintana (Movistar). Come se non bastasse Purito ha replicato il giorno seguente vincendo anche sul traguardo del santuario di Arrate dove a battuto Bake Mollema (Trek) e Simon Yates (GreenEdge).

Inoltre Joaquim Rodriguez è andato a tutta anche nella cronometro individuale conclusiva di 18.3 km ad Aia, dove è stato battuto di un soffio dall’olandese Tom Domoulin (Giant-Alpecin), riuscendo comunque a fare su la classifica finale della Vuelta al Pais Vasco 2015 davanti a Sergio Henao (Sky) e Jon Izagirre (Movistar).

Una vittoria che da grande soddisfazione a Sidi Sport. Con Rodriguez infatti, che è da sempre uno dei grandi della scuderia Sidi, ci sono le calzature Wire il top di gamma della collezione Sidi per il ciclismo su strada. Bentornato Purito!

www.sidisport.com

TANTE NOVITÁ PER L’EDIZIONE 2015 DELLA MONTE GRAPPA CYCLING

Mancano meno di quattro mesi alla seconda edizione della Monte Grappa Cycling, anticipata quest’anno al 26 luglio, nel periodo più “caldo” del calendario delle Granfondo. Tante le novità messe in campo, dal cambio data ai percorsi completamente rinnovati in collaborazione con l’Ing. Stefano Di Santo, cartografo del Giro d’Italia, fino al nuovo sito web rivisto sia nella grafica che nei contenuti.
Uno sforzo importante che testimonia la volontà del Comitato Organizzatore di far fare alla manifestazione un vero e proprio salto di qualità.

“La prima edizione della Monte Grappa Cycling è stata un grande successo. L’obiettivo è quello di crescere anno dopo anno fino a far diventare questa gara uno degli appuntamenti clou del panorama ciclistico amatoriale” afferma il Presidente Marco Sartori.

COMUNICAZIONE ON LINE
Il nuovo sito web si caratterizza per una grafica d’impatto e un approccio 'user friendly', con contenuti facilmente fruibili dove trovano spazio anche curiosità, informazioni turistiche e fatti storici inerenti al territorio attraversato dalla gara. Di particolare interesse è la sezione relativa alla Grande Guerra (1915-1918) in cui si racconta, proprio in concomitanza con le celebrazioni del centenario, come il Monte Grappa divenne un luogo simbolo dell’eroismo italiano, dopo la disfatta di Caporetto (1917).

PERCORSI
Oltre alla “Salita degli Eroi”, con pendenze che sfiorano in alcuni punti il 26%, proposta quest’anno solo nel percorso più lungo, uno dei passaggi più belli che tutti i partecipanti dovranno affrontare sarà rappresentato da una nuova salita inedita, mai affrontata da una competizione ciclistica e che porterà il gruppo dall’abitato di Cismon del Grappa al valico del Menaor.

Granfondo: Km 118.5
Mediofondo: Km 79.7

ISCRIZIONI: La quota d’iscrizione resta bloccata a € 40 fino al 23 luglio, quando chiuderanno le iscrizioni on line. Per tutti comunque ci sarà la possibilità di iscriversi, con un piccolo sovrapprezzo, anche il giorno prima della competizione o la mattina stessa a Seren del Grappa, dove partirà la gara. Inoltre per le squadre che prenderanno il via alla Monte Grappa Cycling, ogni cinque iscritti il sesto sarà gratuito.

Ulteriori info su: www.montegrappacycling.it/info-gara/#iscrizioni

Settimana della bici, a fine giugno in Val Gardena

In Val Gardena la settimana dal 20 al 28 giugno 2015, mai come quest’anno, sarà interamente dedicata alla passione per la bicicletta, sotto ogni suo aspetto.
La meravigliosa valle ladina, zona riconosciuta come patrimonio mondiale dell’UNESCO, si trasformerà in quei giorni in un paradiso per gli appassionati delle due ruote, grazie a gare internazionali ed eventi dedicati, sia per chi ama correre in bici sulla strada sia per chi ama l’off-road con una performante mountain bike.
I due momenti principali saranno domenica 21 giugno e sabato 27, ovvero, la giornata dedicata a tutti gli appassionati delle due ruote a pedali, il Sellaronda Bike Day, e, il sabato successivo, la giornata della gara internazionale, la UCI Marathon World Championships Südtirol Sellaronda Hero.
In mezzo, cinque splendide giornate ricche di eventi per tutti.

Iniziamo dal Sellaronda Bike Day (domenica 21 giugno), una manifestazione non competitiva aperta a tutti e gratuita che seguirà il giro antiorario del Sella (con i quattro passi dolomitici intorno al Sella chiusi al traffico e riservati esclusivamente ai ciclisti) cui parteciperannosportivi, famiglie con bambini e atleti, tutti uniti dalla voglia di godersi le strade chiuse ai mezzi a motore e il panorama incredibile intorno al massiccio (08.30-15.30).
Per informazioni: www.sellarondabikeday.com

Il programma da lunedì 22 giugno a venerdì 26, prevede tantissimi eventi collaterali, come:il Panoramatour all’Alpe di Siusi e una Tavola rotonda sul "Turismo eco-sostenibile" (lunedì 22 giugno); il Sellaronda Gourmet Tour e un Dirndl & Lederhosen Party (martedì 23 giugno); il Sellaronda E-Bike Tour e un mercato tradizionale (mercoledì 24 giugno); il Single Trail Tour Hero Bike & Tech Expo e la Charity Hero Fashion Night (giovedì 25 giugno); la Hero KidsWorld Championships e la Cerimonia d’inaugurazione della Gara del giorno dopo (venerdì 26 giugno).

Sabato 27 giugno, la grande giornata dedicata alla UCI Marathon World Championships Südtirol Sellaronda Hero, ovvero, la ormai classica gara più dura al mondo di mountain-bike che quest’anno sarà anche sede della Coppa del Mondo di questa disciplina.I team nazionali in rappresentanza di 50 Paesi partiranno da Selva dalle ore 07.00.Prima partiranno gli atleti (donne e poi uomini) che si contenderanno il titolo di Campione del Mondo di Mountainbike 2015, e poi gli altri atleti che parteciperanno alla Südtirol Sellaronda Hero, giunta alla sesta edizione.
Due i tracciati: 84 km per 4.300 metri di dislivello o 62 km per 3.300 metri di dislivello.
Le due gare partiranno entrambe da Selva di Val Gardena e si snoderanno lungo i quattro passi intorno al Sella, per poi tornare sempre a Selva.
Per informazioni: www.sellarondahero.com

DONNE CHE CORRONO, NASCE TREVISO IN ROSA

Domenica 17 maggio, in attesa del Giro d’Italia, il centro storico del capoluogo della Marca ospiterà l’edizione inaugurale di una corsa al femminile. Due i percorsi, dedicati a tutte le donne: 5 e 9 km. Partnership con la Lilt. Iscrizioni già aperte       

Treviso si colora di rosa. Aspettando il Giro d’Italia, che arriverà in città il 23 maggio, nel capoluogo della Marca parte il conto alla rovescia per Treviso in rosa, l’edizione inaugurale di una corsa podistica interamente dedicata alle donne.

La manifestazione si svolgerà domenica 17 maggio, con partenza alle 9.30, ed è ufficialmente inserita nel programma di “ABCicletta”, la rassegna promossa dal Comune di Treviso per scandire la marcia di avvicinamento alla tappa del Giro.

Grazie a Treviso in rosa, un fiume di donne si prepara ad invadere le strade del centro storico. Due i percorsi: 5 e 9 chilometri. La partenza avverrà sulle Mura cittadine, nei pressi di Piazzale Burchiellati. Da lì, Treviso in rosa toccherà gli angoli più suggestivi della città: da Piazza Duomo a Piazza dei Signori, da Piazza del Grano alla Pescheria, da Ponte Dante alla zona delle riviere, per poi tornare sulle Mura.

La manifestazione, organizzata dalla società Trevisatletica e dallo staff della Corritreviso, non avrà carattere agonistico: potranno parteciparvi tutte le donne, indipendentemente dall’età, senza obbligo di certificato medico e di tesseramento sportivo. Ogni partecipante potrà interpretare Treviso in rosa secondo le proprie attitudini: correndo o camminando. Da sola o in gruppo. Tenendo d’occhio il cronometro o semplicemente lasciandosi conquistare dalle bellezze del centro storico trevigiano.  

Tra i partner di Treviso in rosa c’è anche la sezione trevigiana della Lilt, la Lega italiana per la lotta contro i tumori, che metterà a disposizione il personale volontario per dare informazioni sulla prevenzione e sui servizi che l’associazione mette a disposizione della popolazione.

Le iscrizioni sono già aperte. Il pacco gara per tutte le partecipanti comprende anche una splendida t-shirt in materiale tecnico, ovviamente di colore rosa. Per saperne di più e prenotare sin da adesso il proprio pettorale: www.trevisatletica.it e www.corritreviso.it

7 aprile 2015

Luna Rossa si ritira dalla Coppa America

Luna Rossa si ritira dalla 35esima edizione di Coppa America. Lo annuncia lo stesso team, attraverso il proprio sito internet. La decisione segue l'approvazione, a maggioranza, delle nuove regole di classe delle imbarcazioni. Il team Luna Rossa,''dopo aver valutato le gravi implicazioni di questa iniziativa conferma il ritiro''.

"Ringrazio tutto il team per l'intenso lavoro svolto durante l'ultimo anno, purtroppo vanificato da questa manovra senza precedenti nella storia della Coppa America - le parole di Patrizio Bertelli - Ma nello sport, come nella vita, non si può rincorrere sempre il compromesso del compromesso del compromesso; talvolta si impongono decisioni dolorose ma nette, che sole possono far prendere coscienza delle derive di un sistema e porre così le basi per un futuro di legalità e rispetto dei valori sportivi".

Nella nota, il team Luna Rossa sottolinea che "la procedura seguita è illegittima in quanto si fonda su un palese abuso di diritto che utilizza surrettiziamente le modalità per la modifica del Protocollo allo scopo di ribaltare la Regola di Classe, la quale richiede invece l'unanimità dei team iscritti. Si pretende di introdurre imbarcazioni sostanzialmente monotipo, in totale contrasto con la più che centenaria tradizione della Coppa America, accordando inoltre un ulteriore periodo di due mesi per apportare modifiche regolamentari decise a maggioranza".

Team Luna Rossa - prosegue la nota - "si rammarica per le ripercussioni che questa non facile decisione potrà avere sui componenti del Team - anche se tutti gli impegni contrattuali verranno onorati - e sulla manifestazione velica prevista a Cagliari per il prossimo giugno e naturalmente per la delusione che provocherà nei numerosissimi appassionati che hanno sostenuto Luna Rossa durante le ultime quattro edizioni della Coppa America".

ANSA

Al via la quinta edizione del circuito Salomon Trail Tour Italia 2015

La quinta edizione del circuito Salomon Trail Tour Italia 2015, che si compone di cinque tappe da aprile a settembre, prenderà il via domenica 12 aprile nello splendido scenario del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano in occasione dell’Elba Trail, prestigioso appuntamento di primavera a cui parteciperanno numerosi tra i top trailers nazionali.

I chilometri di gara saranno 54,400, con un dislivello di 3.512 metri, lungo sentieri single trek molto tecnici, strade forestali e pietraie, con anche un piccolo tratto attrezzato con corda fissa sulla cima del Monte Capanne, a quasi 1.000 metri di altezza. Una gara impegnativa con partenza da Marciana Marittima, lungo un percorso unico che dal mare arriva a toccare rendendo l’esperienza indimenticabile e ricca di soddisfazioni.

Saranno alla partenza dell’Elba Trail tre dei migliori atleti del Team Salomon, punto di riferimento del trail italiano, tutti candidati alla vittoria: Fabio Bazzana, Davide Cheraz e Giuliano Cavallo.
Oltre a loro vanno annoverati tra i favoriti Davide Ansaldo, Silvano Fedel e Giovanni Zorn, mentre per quanto riguarda le donne andranno seguite con attenzione Federica Boifava, Giuliana Arrigoni, Anne Marie Gross, Sabina Baccinelli e Cristina Rizzi.

Per tutti gli appassionati l’incontro è fissato alla tenda di accoglienza Salomon, dove si potranno provare e acquistare tutti i nuovi prodotti delle collezioni Salomon e Suunto. Lo spazio espositivo sarà attivo per tutta la giornata di sabato 11 aprile, dalle 9.00 alle 20.00. Sul sito www.salomontrailtouritalia.com è possibile trovare oltre al regolamento tutte le informazioni utili sulle singole gare in programma, e di volta in volta l’aggiornamento dei risultati 2015.

SALOMON TRAIL TOUR ITALIA 2015:

Domenica 12 aprile, Marciana Marittina (LI), Elba Trail, 56km 3.300 D+
Sabato 16 maggio, Cantalupo Ligure (AL), Le Porte di Pietra 71 km 4.000 D+; Le Finestre di Pietra 37km 1.900 D+; La 100 Porte 102 km 5.500 D+
Domenica 7 giugno, Puos d’Alpago (BL), Alpago Trail 65km 3.700 D+; Alpago Eco Marathon 43km 2.500 D+
Domenica 12 luglio, Busana (RE), Ecomaratona del Ventasso 42 km 2.300 D+
Sabato 12 settembre, Canazei (TN), Sellaronda Trail Running 56km e 3.700 D+

66° TROFEO PARRAVICINI - Il 19 aprile si correrà la 66^ edizione del Parravicini

Primi sopralluoghi per la 66^ edizione del Trofeo Parravicini. Iscrizioni aperte in vista del via in programma domenica 19 aprile.

Domenica 19 aprile nell’anfiteatro del Rifugio Calvi, qualche chilometro sopra il paese di Carona (Valle Brembana) in provincia di Bergamo, andrà in scena il Trofeo Parravicini, gara a squadre di scialpinismo che ha fatto la storia di questa disciplina, valida come ultima prova della Coppa Alpi Orobiche.
L'appuntamento con la 66^ edizione del Trofeo A.Parravicini si sta avvicinando. La settimana scorsa è stata effettuata la prima ricognizione sul percorso per verificarne le condizioni e avere una prima idea della fattibilità del percorso originale.
L'innevamento non è quello della passata stagione, ma le condizioni sono buone e annunciano la possibilità di gareggiare sul tracciato classico del Parravicini. Tutti i pendii interessati dal percorso al momento non presentano alcuna difficoltà di tracciatura e sulla terrazza del rifugio Calvi c'è più di un metro di neve.
Le iscrizione sono aperte sul sito ufficiale della manifestazione organizzata dallo Sci Cai Bergamo, La quota di 60€ a squadra è limitata ai soli pagamenti effettuati con bonifico entro il 17 aprile 2015. Per i pagamenti effettuati al ritiro pettorali la quota salirà a 70€ a squadra.
Le squadre che volessero pernottare al Rifugio Calvi devono prenotare all'atto dell'iscrizione; i posti disponibili sono per 30 squadre.
Il percorso, come vuole la tradizione, partirà a pochi metri dalla porta d'entrata del Rifugio Calvi. I responsabili del tracciato hanno aggiornato il percorso aumentando i tratti da affrontare con gli sci ai piedi e diminuendo quelli da percorre con gli sci nello zaino.
La prima salita raggiungerà il Passo Grabiasca a 2463 metri di quota, il Monte Reseda sarà la seconda asperità della giornata mentre la lunga salita al Monte Madonnino con l'ultima parte da affrontare a piedi sarà il giro di boa della competizione.
Dopo la vetta del Madonnino gli atleti scenderanno al Lago dei Curiosi per salire al Monte Cabianca, la Cima Coppi del Parravicini a 2601 metri di quota. A questo punto mancheranno due brevi salite, la prima di 250 metri di dislivello e la seconda, che porterà all'arrivo, di 70 metri di dislivello.
Il dislivello complessivo di sola salita è di 1900 metri mentre la lunghezza è di 17,2 chilometri.
Anche quest'anno lo Sci Cai Bergamo ha istituito il premio Mario Merelli che consiste in premi d'assoluto valore come sci da scialpinismo in carbonio, pala e pelli. Gli attrezzi invernali saranno vinti in base a delle percentuali rispetto al tempo della squadra prima classificata. Saranno quindi gli atleti della "pancia del gruppo" ad aggiudicarsi gli ambiti premi.
I premi in palio sono: 1° Premio: 1 paio SCI MZero; 2° Premio tecnico “A” ; 3° Premio: 1 pala RACE; 4°-8° Premio: tecnico “B”; 9°-12° Premio: tecnico “C”.
Le iscrizioni saranno aperte fino al 17 aprile, insieme alla quota sarà indispensabile fornire il Mod.
61 con la firma del presidente del proprio sci Club. Per info e iscrizioni: SCI CAI BERGAMO A.S.D. fax +39 035 4175480, e-mail: segreteria@caibergamo.it e www.trofeoparravicini.org

UNA MARATONA IN TRE TAPPE: NASCE “42 DI MARCA”

Gladiatorum Race, Corritreviso e Mezza di Treviso fanno squadra e lanciano un circuito per chi vuole mettersi alla prova sui 42,195 km: in palio il Trofeo Provincia di Treviso     

Insieme fanno esattamente la distanza della maratona: 42 chilometri e 195 metri. E allora, perché non pensare ad una maratona in tre tappe? Una sfida, ma soprattutto un gioco originale e divertente, per vedere quanto veloce si corre la distanza più classica e affascinante dell’atletica leggera.

Il nome della rassegna - tutta trevigiana - è “42 di Marca”. Prova inaugurale, venerdì 1° maggio a Oderzo, in occasione del debutto della Gladiatorum Race, la corsa con il costume degli antichi romani che quest’anno, sulla distanza di 11,097 km, aprirà la ventesima edizione del Circuito internazionale “Città Archeologica”.

Ai 10 km della 26^ Corritreviso, classica in notturna, in programma venerdì 26 giugno nel centro storico del capoluogo della Marca, spetterà il compito di condurre i partecipanti a “42 di Marca” al simbolico passaggio della mezza maratona.

E proprio una mezza maratona, La Mezza di Treviso, che tornerà l’11 ottobre dopo il felicissimo debutto del 2014, chiuderà “42 di Marca”, offrendo gli ultimi 21,097 km di gara, l’ipotetica seconda metà della maratona.

Per partecipare a “42 di Marca”, entrando nella classifica finale, basterà iscriversi alle tre singole gare che compongono il circuito. Tutti gli atleti - ovviamente anche i non trevigiani - riceveranno un diploma di partecipazione, con l’indicazione del tempo finale realizzato da ognuno nella propria specialissima maratona in tre tappe.

I due atleti più veloci, uomo e donna, saranno premiati, in occasione della Mezza di Treviso, dell’11 ottobre, con il Trofeo Provincia di Treviso. Un riconoscimento speciale andrà inoltre al primo classificato di ogni categoria master prevista dalla Fidal (sino agli M75 per gli uomini e sino alle F65 per le donne).

La maratona è una grande sfida, ma, grazie a “42 di Marca”, è anche pronta a diventare un gioco alla portata di tutti.

1 aprile 2015

HEAD AGGIUNGE CREATIVITÀ RADICALE SUI CAMPI DA TENNIS

La serie di racchette Head GRAPHENE Radical si arricchisce grazie ad una nuova racchetta diversa a tutte le altre per la sua grafica brillante, rifiniture lucide, decalcomanie in 3D. Abbinata a una bellissima borsa

La serie di racchette Head GRAPHENE Radical si arricchisce grazie ad una nuova racchetta diversa a tutte le altre per la sua grafica brillante, rifiniture lucide, decalcomanie in 3D. La Graphene Radical LTD Edition conquisterà i tennis addict con i suoi colori pop e un design accattivante che colpisce l’attenzione e cattura lo sguardo sia dentro che fuori dal campo. Quest'arma colorata, raccomandata dai tennisti HEAD tra cui Sloane Stephens e Bernard Tomic, presenta le caratteristiche tecniche del modello Head Graphene Radical MP con l’aggiunta della tecnologia Graphene XT. Questo materiale – il più leggero ma anche il più forte del mondo, con una forza dirompente 200 volte superiore a quella dell'acciaio – integrato all’interno della racchetta, consente una ridistribuzione ottimale della massa per consentire una migliore manovrabilità e un controllo di gioco perfetto. La Racchetta Radical Ltd è in vendita a euro 230.

Lo stesso tipo di grafica accattivante è stata scelta per la borsa portaracchette Radical Ltd Monstercombi, ricca di utilissime tasche è in grado di aggiungere un tocco di allegria a bordo campo. In vendita a euro 100.

head.com/tennis

SALOMON TRAIL TOUR ITALIA 2015

Domenica 12 aprile, Marciana (LI), Elba Trail, 56km 3.300 D+
Sabato 16 maggio, Cantalupo Ligure (AL), Le Porte di Pietra 71 km 4.000 D+; Le Finestre di Pietra 37km 1.900 D+;
La 100 Porte 102 km 5.500 D+
Domenica 7 giugno, Puos d’Alpago (BL), Alpago Trail  65km 3.700 D+; Alpago Eco Marathon  43km 2.500 D+
Domenica 12 luglio, Busana (RE), Ecomaratona del Ventasso 42 km 2.300 D+
Sabato 12 settembre, Canazei (TN), Sellaronda Trail Running 56km e 3.700 D+

www.salomontrailtouritalia.it

DI CORSA NELL’ANTICA ROMA: ODERZO LANCIA LA GLADIATORUM RACE

Venerdì 1° maggio, nel cuore dell’antica Opitergium, debutta una gara in costume romano. Poi, nel pomeriggio, la corsa dei campioni che quest’anno festeggia la ventesima edizione      

I gladiatori invadono il centro dell’antica Opitergium. Non è uno scherzo: venerdì 1° maggio, a Oderzo, nel Trevigiano, va in scena la prima edizione di una corsa in costume romano.

Oderzo è una città che offre il fascino del mondo antico: le testimonianze sono dovunque. E il museo archeologico “Eno Bellis” è uno scrigno di importanti reperti che rinviano all’epoca romana. Da qui, l’idea della Gladiatorum Race, la gara dei gladiatori.

Un modo colorato e fantasioso per iniziare una giornata che, a Oderzo, sarà interamente dedicata alla corsa: la Gladiatorum Race fungerà sarà infatti il prologo alla classica corsa internazionale “Oderzo Città Archeologica”, la gara dei campioni che quest’anno festeggerà la ventesima edizione.    

“Volevamo festeggiare in maniera originale i vent’anni del circuito internazionale e abbiamo pensato di richiamare le radici romane di Oderzo, proponendo una corsa in costume che s’inserisce nel filone delle gare colorate e divertenti che tanto vanno di moda in questo periodo”, spiega Guglielmo Marcuzzo, presidente della società organizzatrice, la Nuova Atletica Tre Comuni.

“Ogni partecipante – continua Marcuzzo - riceverà un costume romano, che sarà invitato ad indossare per la gara, e un gladium, la piccola spada, ovviamente finta, che veniva usata dai legionari. Poi sarà comunque gara vera: 11 chilometri per tutti, con una corona d’alloro ad attendere gli atleti sul traguardo”.

In programma al mattino, con partenza alle 9.30, La Gladiatorum Race fungerà, come detto, da anticipazione per la 20^ corsa internazionale “Oderzo Città Archeologica” che nel pomeriggio - introdotta da gare giovanili e dalla classica passerella dei diversamente abili impegnati nel 19° Trofeo Mobilificio Vittoria - richiamerà al via i più grandi specialisti a livello internazionale. Le iscrizioni, sia per la Gladiatorum Race che per la gara internazionale del pomeriggio, sono già aperte. Info su www.nuovaatletica3comuni.it

Helly Hansen presenta la sua Collezione Training PE 2015 uomo e donna

Helly Hansen studia attentamente la sudorazione sotto sforzo. L’azienda norvegese spinge i confini delle prestazioni e dello stile scandinavo con una collezione training primavera 2015 versatile di cui fanno parte una serie di maglie quick-dry traspiranti, giacche, pantaloni fuseaux, pantaloncini studiati per allenamenti all'aperto e in palestra. Helly Hansen possiede una serie di caratteristiche fashion e crea il design ad alte prestazioni per la sua collezione primavera 2015 dedicata a chi ama lavorare duro e allenarsi intensamente. L’azienda Norvegese utilizza colori brillanti presi in prestito dai paesaggi vivaci della Scandinavia e valorizza i capi con tutte le tecnologie che servono per la gestione corretta della sudorazione.

La Helly Hansen Aspire Jacket, sia per l’uomo che per la donna, migliora ulteriormente con dettagli moda e tecnici il proprio standard. Non solo protegge dagli agenti atmosferici come pioggia e il vento, ma il suo interno in tessuto tecnico aggiunge un contrasto sottile che fa sentire bene e alla moda.  La coulisse in vita valorizza la silhouette della donna.

L’aspetto della maglia tecnica Helly Hansen W Aspire Lifa Flow Singlet è femminile con delicati particolari tecnici. Il valore del capo è dato però da anni e anni di ricerca e di test sulla gestione del sudore. Le fibre sono il Lifa® Flow, un tessuto brevettato dall’azienda norvegese che espelle allo strato esterno l’umidità sulla pelle  in modo da indossare sempre capi asciutti che garantiscono alte performance durante lo sforzo. La traslucente Helly Hansen W VTR Mesh Singlet offre alle donne la possibilità di indossare un top molto leggero e tecnico che è stato creato per la corsa durante le giornate più calde e  per momenti all’aria aperta e attività varie.

Il prodotto icona della collezione training per l’uomo è il  Helly Hansen Pace Block Jacket, una giacca che garantisce alte performance e protegge dall’aria chi pratica gli allenamenti sia su strada che su terreni sconnessi. La giacca in tessuto X-Cool quick-dry scherma dal vento e dalla pioggia mentre le aperture sotto le ascelle assicurano un ricambio d’aria interna ed evitano che si soffra troppo caldo.

La nuova Helly Hansen Pace Mesh Lifa Flow SS e la Helly Hansen Pace 2-in-1 Distance Shorts 7” allarga ulteriormente la gamma di capi high performance studiati per il training da Helly Hansen. La Pace T-shirt è stata creata con il nuovo materiale Lifa® Flow, un tessuto dalla costruzione unica che conferisce alle fibre Lifa® l’esclusiva abilità di tenere la pelle asciutta ed espellere l’umidità verso gli strati più esterni in modo più veloce rispetto ai tessuti naturali o sintetici della concorrenza.

I versatili Helly Hansen VTR Printed SS e Helly Hansen VTR Icon Shorts 10” per la primavera 2015 si abbinano al resto della collezione training completandola. La T-shirt stampata offre comfort e una asciugatura veloce con un fit di grande stile, mentre il tessuto degli short X-Cool lasciano gli atleti freschi e nel comfort più totale, a tutti i livelli di sforzo.

www.hellyhansen.com

MOTO 2 SUBITO ALLA GRANDE I PILOTI SIDI IN QATAR

In Qatar nella prima gara della stagione i piloti Sidi si sono resi subito grandi protagonisti. Le gioie maggiori sono arrivate dalla Moto 2 dove Sidi ha sfiorato il successo centrando un buon secondo posto con il formidabile Xavier Simeon (Federal Oil Gresini). Il pilota belga classe 1989, che si appresta a vivere una stagione per lui molto importante, al termine di un’ottima condotta di gara si è arreso solo dinanzi al vincitore Jonas Folger. A dare ulteriore soddisfazione a Sidi troviamo anche il quarto posto del bravissimo Alex Rins (Paginas Amarillas HP 40). Il giovane pilota spagnolo, classe 1995, al debutto nella categoria della Moto 2, con una prestazione a dir poco maiuscola ha sfiorato il podio battuto nella volata per il terzo posto dallo svizzero Thomas Luthi. In pista a lottare con i piloti della scuderia Sidi ci sono gli stivali Vortice, che con il loro mix di tecnologia, design e soluzioni all’avanguardia si confermano tra i modelli top della collezione Sidi Sport.
Questi risultati ottenuti in Qatar rappresentano un inizio davvero eccellente per i colori Sidi, una partenza che fa ben sperare per un brillante proseguo di stagione.

www.sidisport.com

MOTOCROSS: SIDI SUL PODIO IN ARGENTINA

Due secondi posti non sono bastati a Tony Cairoli (Ktm) per vincere il GP dell’Argentina della classe MXGP, terzo appuntamento del mondiale motocross 2015. Sul circuito di Neuquen il campione siciliano è stato beffato per un solo punto da Max Nagl (Husqvarna) e Clement Desalle (Suzuki), che hanno vinto una manche a testa piazzandosi al terzo posto nell’altra. Grazie al miglior piazzamento nella manche2 la vittoria di giornata è andata al tedesco, ma Desalle conserva la testa della classifica con 133 punti davanti a Nagl e al “nostro” Cairoli che seguono con 123. Sono punti preziosi quelli conquistati da Tony Cairoli, il mondiale è appena iniziato, sarà una stagione lunga e difficile. La regolarità è un aspetto fondamentale per chi vuole vincere il titolo iridato e questo Tony, dall’alto dell’esperienza dei suoi 8 titoli mondiali, lo sa molto bene.
Per i colori Sidi la notizia più bella che arriva dall’Argentina è però il terzo posto di Jeremy Seewer (Suzuki) nella gara della MX2. Per il giovane pilota svizzero (classe 1994), che è stato premiato da una condotta di gara impeccabile, pulita e senza errori, si tratta del primo podio in carriera in questa categoria.
Come sempre con Tony Cairoli, Jeremy Seewer così come con tutti gli altri grandi campioni della scuderia Sidi, a lottare nella polvere e brillare sul podio, ci sono gli stivali Crossfire 2 i numeri uno della collezione offroad firmata Sidi Sport.

www.sidisport.com

COPPI & BARTALI TANTA FATICA MA TANTA ESPERIENZA

“La Settimana Internazionale Coppi e Bartali ha rappresentato un test molto importante per la nostra squadra” spiega il direttore sportivo Massimo Codol. “La corsa si è rivelata ancora più dura del previsto. Il meteo ha contribuito a rendere molto selettiva la gara; nella seconda tappa, con arrivo a Sogliano, il gruppo ha affrontato condizioni davvero al limite. Inoltre anche la fortuna non ci ha di certo assistito. Nel finale della prima tappa Antonio Parrinello era in ottima posizione per provare a disputare lo sprint. Penso che avrebbe potuto centrare un buon piazzamento nella top10 ma è stata tagliato fuori da un caduta all’ultima rotonda. Peccato perché poi si è trascinato dietro i postumi di questa caduta nei giorni successivi. Poi c’è Silvio Giorni che il secondo giorno è stato subito messo ko da un virus. Nell’ultima tappa, molto impegnativa, Paolo Ciavatta era nel gruppetto dei migliori ma ha forato in salita, proprio in un momento cruciale”.

“Nonostante tutto ci siamo comunque confermati ancora una volta ai vertici della nostra categoria” continua a spiegare Codol, “nella classifica finale a squadre della Coppi & Bartali infatti siamo la miglior formazione continental. Antonio Parrinello, Paolo Ciavatta, Adriano Brogi e Giorgio Bocchiola sono stati molto bravi a portare a termine la corsa nonostante tutte le difficoltà. E’ un piccolo risultato ma per noi è un segnale importante che ci da fiducia e morale per il proseguo della stagione. C’è ancora molto lavoro da fare ma sappiamo di poter contare su un bel gruppo, affiatato e motivato.”

“Per molti dei nostri giovani corridori questa era la prima volta assoluta in una corsa a tappe di alto livello. Qui hanno potuto cimentarsi anche in una cronosquadre, disciplina non semplice. Complessivamente è stata un’esperienza che tornerà sicuramente utile in vista del prossimo impegno, il Tour of Croatia in programma dal 22 al 26 aprile, una corsa alla prima edizione che sulla carta si annuncia molto impegnativa” conclude il Ds Codol.

www.areazeroproteam.com

    Followers

    Visualizzazioni totali